COME CAMBIERÀ L’APPROCCIO AL VIAGGIO SECONDO ERGO ASSICURAZIONE VIAGGI

Le assicurazioni potranno giocare un ruolo fondamentale se saranno in grado di offrire sicurezze sempre più ampie ai viaggiatori

Gli effetti della pandemia di Covid-19 hanno colpito duramente l’industria turistica. Ogni previsione è certamente difficile perché, oltre all’allarme globale, non si possono prevedere quali viaggi sarà possibile effettuare nel breve termine, e verso quali destinazioni.

Nonostante sia ancora troppo presto per stimare l’entità complessiva dell’impatto economico di questa pandemia e, al netto delle decisioni politiche a livello mondiale, il Gruppo Ergo AV ha tracciato un possibile scenario di come sarà il viaggio nei prossimi mesi ma soprattutto, come potrà mutare l’atteggiamento del viaggiatore.

Secondo il gruppo assicurativo, ci saranno cambiamenti piuttosto duraturi nell’approccio al viaggio. Questa pandemia, non solo ha modificato i comportamenti dei turisti durante le fasi “acute” della situazione di rischio (ovvero i picchi dell’emergenza) ma avrà degli effetti anche negli anni a venire.

Questi sono gli ambiti principali che potranno modificare l’approccio al viaggio delle persone:

  • Le esperienze personali durante la crisi porteranno a porre l’accento sull’importanza della libertà, del relax e del beneficio delle vacanze in modo significativo. Una vacanza è, e rimarrà, un angolo di libertà a cui si giungerà con maggior consapevolezza.
  • Il ritornodel tema del cambiamento climatico, già forte prima della pandemia, sarà un aspetto di cui si terrà sempre più conto. Si fa sempre più forte la consapevolezza che l’atteggiamento dell’uomo verso il rispetto dell’ambiente dovrà cambiare.
  • Il prevedibile aumento delle tariffe degli aerei poterà da una parte a considerare viaggi di durata più lunga mentre potrà diminuire, nel lungo periodo, la domanda di spostamenti aerei per il fine settimana a favore degli spostamenti di prossimità.
  • Salute e sicurezza saranno degli aspetti centrali e diventeranno sempre più importanti per moltissimi viaggiatori; sempre più si ricorrerà ad una copertura assicurativa che possa coprire rischi ad ampio spettro, in particolare verranno ricercati prodotti che possano garantire da un lato la copertura dei costi sanitari e dell’assistenza medica in viaggio, e dall’altro la possibilità di cancellare il viaggio per ragioni di salute.

Sull’aspetto della salute e della sicurezza, Ergo Assicurazione Viaggi ha registrato negli ultimi due mesi un sensibile aumento delle richieste da parte dei clienti, non solo per coperture sanitarie più ampie, ma anche di richieste sullo stato delle infrastrutture sanitarie nei paesi di destinazione. 

Il Gruppo Ergo, già prima dell’emergenza Covid-19, aveva a disposizione una rete di informazioni sullo stato della qualità dei medici e degli ospedali in tutte le destinazioni del mondo, accessibili attraverso un’app a disposizione del viaggiatore. Oggi, queste informazioni, diventano preziose ed essenziali.

Commenta Dario Giovara, Direttore Generale: “Il turismo come lo abbiamo vissuto sino ad oggi, probabilmente non tonerà più. Crediamo infatti che dopo il Coronavirus crescerà il desiderio di molti viaggiatori di avere garanzie di sicurezza prima e durante il viaggio.

I dati che ci arrivano dal Gruppo, presente in tutto il mondo, ci portano a riconsiderare anche le polizze assicurative in un modo nuovo, più vicino alle reali esigenze del viaggiatore. Per questo la compagnia sta lavorando a livello globale per adeguare i prodotti alle mutate esigenze e richieste dei clienti viaggiatori, e per offrire il giusto prodotto al giusto prezzo“.

Per informazioni alla stampa:

Sara Ferdeghini                                                                                               

sara@ferdeghinicomunicazione.it                                        

cell: 335.7488592      

Francesca Motta

motta@ferdeghinicomunicazione.it

cell: ​344-0965871

Ferdeghini Comunicazione Srl